La Decò Caserta blinda anche matematicamente il primato in classifica battendo l’Alfa Catania per 94-77 in una domenica in cui, per iniziativa dello sponsor Decò, si è affiancato all’impegno agonistico la spettacolare esibizione dei Dunking Devils e le coreografie delle Cheerleaders Decò. In un’atmosfera gioiosa, resa ancor più calorosa dalla presenza di oltre tremila spettatori, il quintetto di coach Oldoini, dopo l’iniziale vantaggio degli ospiti, ha piazzato con Petrucci e Rinaldi tre tiri dalla lunga distanza che hanno dato ai bianconeri il primo vantaggio in doppia cifra, ribadito, dopo la tripla di Gotti, da un canestro più fallo messo a segno da Bottioni (22-12). Incanalata la gara sul binario preferito, la Decò ha, poi, controllato il confronto per i restanti 30’ raddoppiando il vantaggio, ma anche consentendo agli avversari di rientrare in partita senza, però, che si rendessero mai veramente pericolosi ai fini del risultato finale. E così nella seconda frazione i bianconeri hanno raggiunto il+21 con una tripla di capitan Sergio, andando, poi, anche a +23 con un canestro di Valentini (36-23) prima della reazione degli ospiti quanto mai precisi dalla lunga distanza e sempre attenti in fase difensiva. Alla fine del secondo quarto, comunque, la squadra di casa è andata negli spogliatoi con un rassicurante +14 (50-36). L’intervallo della gara è stato interamente occupato dalla esibizione dei Dunkung Devils, la squadra di basket acrobatico proveniente dalla Slovenia, che ha deliziato il pubblico con una serie di strabilianti schiacciate confermando la validità di uno spettacolo che nell’ultimo decennio è diventato famoso in tutti i continenti. Chiusa la parentesi spettacolare, al rientro in campo la Decò ha piazzato un altro devastante break di 12-3 riconquistando il +21 con Rinaldi. Il successivo rilassamento dei bianconeri è, però, stato subito punito dalla squadra di Massimo Guerra che ha reagito soprattutto con Mavric e Sirakoc rientrando in partita sul -7 (59-66) prima del 7-0 di parziale messo a segno da Valentini, Ranuzzi e Pasqualin (73-59 al 30’). L’andamento del confronto non e variato nell’ultimo periodo con Caserta che si +è riportata a +21 con Ranuzzi (80-59) ed a +23 con due liberi di Pasqualin (84-61) e Catania che ha cercato il recupero grazie ai canestri di Vita Sadi e Consoli ma sul -12, la tripla di Petrucci seguita dal canestro di Sergio e dal tiro dalla distanza di Ranuzzi hanno chiuso definitivamente i conti con Sirakov che dalla distanza ul finire ha consentito ai suoi di concludere la gara sul -17 (94-77).
Decò Caserta – Alfa Catania
(24-14, 50-36, 73-59)
Decò: Dip 14, Petrucci 16, Ciribeni 13, Bottioni 3, Pasqualin 7, Valentini 13, Rinaldi 7, Ranuzzi 12, Terracciano ne, Sergio 10, Barnaba ne, Piazza ne. Allenatore: Oldoini
Alfa: Gatti 10, Gottini 9, Consoli 8, Florio 5, Provenzani 11, Mavric 4, Vita Sadi 10, Sirakov 18 Abramo 2. Allenatore: Guerra
Arbitri: Vigato di Este (PD) e Castello di Vicenza
Decò: tiri da 2 25/41 (61%), da 3 10/26 (38%), tiri liberi 14/16 (88%), rimbalzi 39 di cui 16 offensivi, assist 20
Alfa: tiri da 2 20/39 (51%), da 3 11/24 (46%), liberi 4/9 (44%), rimbalzi 26 di cui 10 offensivi, assist 10.