Sul campo di Reggio Calabria la Decò Caserta accusa la terza sconfitta di questo campionato dopo una partita condotta dapprima con autorevolezza e, poi, con difficoltà fino a poco meno di 7’ dalla fine. L’aggressività difensiva dei neroarancio ha finito col bloccare gli ingranaggi offensivi dei bianconeri che, nell’ultimo quarto, sono riusciti a realizzare soltanto 13 punti contro i 24 dei padroni di casa. La partenza è stata tutta casertana con il trio Dip, Bottioni e Ciribeni che ha confezionato un 6-0 prima che i padroni di casa trovassero il fondo della retina con Fall. La Decò ha distribuito bene il gioco e con Hassan e lo stesso Dip ha allargato il gap tra le due formazioni sull’11/2. Fall e Nobile hanno ridotto il divario ma è stato ancora Dip con l’aiuto di Rinaldi a rimarcare la supremazia bianconera (8-15) prima che la tripla di Hassan desse il massimo vantaggio (11-20) rimarcato, dopo la tripla di Carnovali, da un altro canestro dalla distanza di Petrucci che a 6” dalla sirena ha fissato il punteggio del primo quarto sul 14-23. Il secondo periodo è iniziato sempre con una Caserta ordinata in difesa e lucida in attacco. Con le triple di Petrucci e Sergio i bianconeri hanno raggiunto il +18 (16-34). È stato soprattutto Fall a guidare la reazione di Reggio Calabria che, forte del sostegno del suo pubblico peraltro particolarmente “caldo” dopo il tecnico fischiato alla panchina locale, ha contribuito al rientro in partita dei neroarancio che con i canestri del senegalese sono riusciti a recuperare fino al 30-38 con cui le due squadre sono andate nello spogliatoio dopo i primi 20’ di gioco. A fine primo tempo lo score dei casertani evidenziava un 8/15 (53%) da 2, 6/14 (43%) da 3 e 4/6 (67%) ai liberi contro il 9/22 (45%), 3/7 (43%) e 3/8 (37%) dei calabresi, che hanno segnato però una netta supremazia ai rimbalzi: 22 contro i 13 dei bianconeri. Dopo l’intervallo lungo la partita ha preso un andamento diverso con i casertani sempre avanti nel punteggio, ma con i calabresi molto più arrembanti e, soprattutto, più decisi nella propria metà campo. Hassan con una tripla ha ridato il +13 dopo un paio di minuti di gioco ed il vantaggio in doppia cifra è stato mantenuto fino a poco più di 6’ dalla sirena del terzo intervallo quando Dip ha messo a segno il canestro del 47-36. Poi, Reggio Calabria ha costantemente ridotto il gap grazie alle triple di un Carnovali particolarmente ispirato e così al 30’ il vantaggio della Decò è stato ridotto a soli 5 punti (49-54). L’ultimo periodo è vissuto sul piano dell’equilibrio con i casertani che hanno mantenuto il vantaggio fino a 2’ dal termine sul 63-61 grazie a due liberi di Bottioni, ma poi è stato un crescendo dei padroni di casa che con uno scatenato Vitale e l’atletismo di Fall hanno confezionato un parziale di 10-4 che ha chiuso la gara.
Mood Project Reggio Calabria – Decò Caserta 73-67
(14-23, 30-38, 49-54)
Mood project: Alessandri 2, Falluca ne, Paesano, Fall 23, Nobile 6, Scialabba ne, Ciccarello ne. Carnovali 24, Vitale 13. Agbogan 5. Allenatore: Mecacci
Decò: Dip 14, Sergio 6, Petrucci 10, Hassan 16, Ciribeni 12, Rinaldi 2, Valentini ne, Piazza ne, Bottioni 4, Pasqualin 3, Barnaba ne, Mataluna ne. Allenatore: Oldoini
Arbitri: Posti di Marsciano (PG) e Venturini di Lucca
Mood project: tiri da 2 17/42 (40%), da 3 9/20 (45%), liberi 12/23 (52%), rimbalzi 43 di cui 14 offensivi
Decò: tiri da 2 17/30 (57%), da 3 9/25 /36%), liberi 6/12 (50%), rimbalzi 28 di cui 2 offensivi